La cucina con gli avanzi

Written by

Anche e forse soprattutto in periodi come questo, il nostro frigo è popolato di piccole e grandi quantità di cibo avanzato ma anche di alimenti che generano “rimanenze” per il solo motivo che per cucinarli, vengono sbucciati. Avreste mai pensato che si possono cucinare le bucce delle carote o le foglie dei carciofi e farne piatti squisiti?

La cucina di recupero è quasi una scienza, fatta di ricette antispreco da cucinare con gli avanzi. Non occorre scomodare nessun grande chef, la tradizione popolare è piena di ricette che nobilitano gli avanzi: dalle più classiche polpette alla frittata di pasta, dagli involtini alle torte di pane; in appena venti minuti e a spreco zero, è presto fatto un ottimo minestrone preparato con le verdure avanzate.

Ma molti dei piatti “improvvisati” sono ispirati dalla ricerca del modo di usare il pane raffermo. Dalla minestra di pane alla ribollita, dalla pappa al pomodoro alla zuppa di cavolo. In estate, regina della tavola contadina di un tempo era quella che noi toscsani chiamiamo “panzanella” e che da altre parti chiamano “pan molle”.

Il pane deve essere di campagna, cotto nel forno di mattoni, vecchio di almeno due giorni. Le verdure invece freschissime, la cipolla rossa e nostrale. L’olio extra vergine d’oliva della Toscana!

Elogiata dal Bronzino, grande pittore fiorentino del ‘500, che amava così tanto la Panzanella che la cantò in rima:

…Ma chi vuol trapassar sopra le stelle,

Di melodia, v’aggiunga olio e aceto

E’ntinga il pane e mangi a tira pelle..

Un insalata di cipolla trita

Colla porcellanetta* e citriuoli

Vince ogni altro piacer di questa vita…

Considerate un po’

Se aggiungessi bassilico e ruchetta.

(* portulaca, erba selvatica)

Avreste mai pensato che si possono cucinare le bucce delle carote o le foglie dei carciofi e farne gustosi manicaretti? Provare per credere. Leggi i tanti suggerimenti per realizzare specialità con parti di cibo che altrimenti avresti buttato via. Non solo: la cucina degli avanzi ti fornisce tante facili ricette per recuperare i resti del giorno prima.

Troppa cioccolata durante le feste? Le uova in scadenza? Il pane raffermo? Al cassonetto non pensare nemmeno, ci sono tante idee gustose per te senza gettare via nulla (o quasi).

Come si usano gli avanzi?

Se qualcosa non manca mai in casa quelli sono gli avanzi: dalla cena troppo abbondante a ciò che resta dei mega pacchi scorta forse troppo abbondanti, che dopo giorni di sosta nel nostro frigorifero, finiscono direttamente nella pattumiera. Ingredienti che non sappiamo come utilizzare e lasciamo passare a miglior vita.

Soprattutto quando il tempo per fare spesa é ridotto al minimo, e si ricorre alla mega scorta fatta una volta a settimana, é facile che non si riesca a consumare tutto in tempo, ma come dicevano le nostre nonne buttare il cibo è veramente un peccato. Ecco perciò qualche golosa ricetta svuotafrigo di recupero, preparata usando avanzi assolutamente buoni da mangiare e perfetti per deliziosi manicaretti. Per risparmiare in cucina, per non contribuire agli sprechi e perchè questi piatti sono veramente buoni!

Per cominciare, visto che le uova sono uno degli ingredienti più versatili, perchè non vi sbizzarrite con le golose frittate mille gusti del nostro speciale? E già che ci siete provate anche con il riso e con il pane avanzato, usato in tante deliziose ricette.

Riciclare gli avanzi fa sorridere anche il portafogli: in Italia si stima che si possa risparmiare 800 milioni di euro, cifra a cui corrisponde la montagna di cibo rimasta sulla tavola delle feste.

Tra l’altro non occorre scomodare nessuno chef perché la tradizione culinaria popolare è piena di ricette che nobilitano gli avanzi: dalle più classiche polpette ai timballi, dagli arancini di riso alla frittata di pasta, dagli involtini alle torta di pane. Gli avanzi di pesce e crostacei poi possono diventare un sugo per la pasta o un condimento per il risotto. Il pane raffermo è ideale come base per le zuppe, da usare al posto della farina per comporre morbide torte.

Cinque semplici regole per ottenere buoni risultati:

1° conserva tutti gli avanzi in frigorifero e scarta le parti maggiormente deperibili (ad esempio la maionese),

2° per impastare e dare nuova vita agli ingredienti usa uova e latte fresco,

3° dai valore anche alla presentazione, aggiungi prezzemolo, frutta e verdure di stagione,

4° esalta il piatto ottenuto passando il tutto in forno, per un effetto gratinato,

5° non esagerare con besciamella e panna, servono come leganti, ma se ne abusi rischi di appesantire solo il risultato.