Il potere di un libro: emozioni, viaggio e condivisione

Written by

Ecco, è successo di nuovo, quasi all’improvviso come capitò a “quell’ onesta brigata” del Decameron, ci ritroviamo chiusi in casa, al sicuro dal morbo, e impegnati a inventarci un modo per gestire il tempo e imparare anche da questo momento.

Non potendo prendere un aereo, un treno o l’auto per scoprire città e culture lontane, non potendo frequentare la scuola, viaggiamo con un libro. Un libro ha il potere di evocare spazi e città, portarci in giro per il mondo, scoprire luoghi, storie e cultura.

Volete conoscere meglio Firenze e i fiorentini? Ecco alcuni suggerimenti di letture. Iniziamo dai classici, storie scritte da due grandi scrittori fiorentini: Palazzeschi e Pratolini.

I GRANDI SCRITTORI FIORENTINI

Aldo Palazzeschi con le sue Sorelle Materassi racconta le vicende di quattro donne, di cui tre sorelle, nel sobborgo fiorentino tra Coverciano e Settignano. Due sorelle, le ricamatrici Carolina e Teresa Materassi, anziane zitelle che conducono un’esistenza grigia e triste, in compagnia della terza sorella Giselda e della serva Niobe. La noia viene interrotta dall’arrivo del giovane Remo che…

Metello, romanzo storico di Vasco Pratolini, segue le vicende di un eroe popolare nell’arco di tempo che va dal 1875 al 1902, il periodo forse più difficile e complesso della storia italiana dopo l’Unità. Ma leggete o rileggete anche Il quartiere, ambientato nel quartiere di Santa Croce nel 1932, dove la quotidianità prende vita e le vicende di un quartiere povero diventano protagoniste. Dei libri di Pratolini ambientati a Firenze sono da leggere anche Lo Scialo, Cronache di poveri amanti, Cronaca famigliare.

LA STORIA DEI MEDICI

E dopo due fiorentini, Matteo Strukul un padovano che nel 2017 ha vinto il Premio Bancarella per il suo romanzo storico I Medici: una dinastia al potere, dove si ripercorre la storia della famiglia Medici (Cosimo il Vecchio e di suo fratello Lorenzo), da banchieri a Signori di Firenze. Oltre a loro, spicca la figura del Brunelleschi impegnato nella realizzazione della cupola di Santa Maria del Fiore.

GLI INDIMENTICABILI

Come dimenticare Camera con vista di Edward Morgan Forster?

La vacanza a Firenze di Lucy Honeychurch, con l’anziana cugina Charlotte, apre la mente alla sua rigida visione della vita imprigionata nelle convenzioni sociali del suo ceto borghese. Lucy si ritrova divisa tra l’intensità della vita in Italia e la rigida morale dell’Inghilterra vittoriana. Chi vincerà…?

Oltre i romanzi e la storia, ai giorni nostri c’è la fantasia, il noir.

Dan Brown nel suoquarto capitolo della saga (Inferno) spedisce a Firenze il professor Robert Langdon per fermare un complotto che minaccia l’umanità. Qui prova a svelare i segreti di Palazzo Vecchio, di Palazzo Pitti e soprattutto i misteri che Dante Alighieri ha nascosto nei versi dell’Inferno.

FIRENZE PER I BAMBINI

Infine, ma non ultimi, i libri per bambini dove Firenze è protagonista.

Il Giornalino di Gian Burrasca, è un romanzo che Vamba (il Giornalista Luigi Betelli) scrive di getto, nel 1907, raccontando in forma di diario alcuni episodi della vita del protagonista, costellata da esilaranti birichinate, da scene isteriche delle sorelle maggiori, reazioni irate dei genitori sempre in attesa delle nuove e imprevedibili trovate del loro Giannino.

Dig e il Mistero dei Boboli, di Joshua Held. In viaggio a Firenze, Dig visita il Giardino di Boboli dove viene a contatto con una strana specie di creature insieme alle quali si avventura nel centro storico di Firenze tra musei, e monumenti. Con arrivo a sorpresa nel Museo delle Scienze, dove…

Pimpa va a Firenze di Altan La celebre cagnolina a pois ci guida per la città con una cartina e tante cartoline. All’interno, giochi, indovinelli, fumetti e attività da fare in viaggio o a tavolino.

Immagine da un’opera di Mino Maccari. Particolare copertina di”Bestie del 900″, Aldo Palazzeschi

Related Posts

Briciole tra le righe: il cibo nei libri