Cenacoli a Firenze

Written by

La più famosa al mondo è sicuramente ”l’ultima cena” di Leonardo a Milano, ma anche Firenze è ricca di opere dedicate alla cena tra Gesù e i suoi apostoli. Molte addirittura sono visibili gratis.
Cenacolo di Andrea del Sarto – Forse il più bello è in via di San Salvi. Opera di Andrea del Sarto risalente al 1527 circa, ha dato il nome al museo creato nell’antico refettorio della Chiesa di San Michele.
Cenacolo di Sant’Apollonia – In via XXVII Aprile dove sorgeva uno dei più grandi conventi femminili. Nel 1447 circa Andrea del Castagno abbellì la parete del refettorio con uno splendido Cenacolo, accanto ad altre scene della vita di Cristo ancora oggi visibili.
Cenacolo di Fuligno – l’Ultima Cena realizzata da Pietro Perugino e i suoi allievi, databile intorno alla prima metà del ‘400, si trova nel refettorio del convento di Sant’Onofrio in via Faenza.
Cenacolo di Ognissanti – In via Borgo Ognissanti Domenico Ghirlandaio dipinse il cenacolo verso il 1480, e realizzò anche una versione in scala ridotta custodita nel Museo di San Marco.
Cenacolo della Calza – Situata nell’omonima piazza di Porta Romana, la chiesa di San Giovanni Battista della Calza custodisce lo splendido Cenacolo del Franciabigio, risalente al 1514.
Cenacolo di Santa Croce – Santa Croce conserva al suo interno un bellissimo cenacolo realizzato da Taddeo Gaddi, noto anche come “L’Albero della Vita, Ultima cena e storie sacre”, databile intorno al 1355 circa.
Cenacolo di Santo Spirito – Un affresco, databile tra il 1360 e il 1365, è attribuito a Andrea Orcagna si trova nell’ex-refettorio di Santo Spirito.
Cenacolo di San Marco – Un altro affresco del 1486, raffigurante l’Ultima Cena di Cristo, e realizzato dal Ghirlandaio si trova nel Museo nazionale di San Marco. Decora il “Refettorio piccolo” dove mangiavano gli ospiti del convento.
Cenacolo di Santa Maria Novella – Il Museo di Santa Maria Novella conserva un un olio su tela dell’Ultima Cena e un affresco con Storie di Mosè di Alessandro Allori, databile tra il 1585 e 1597 circa. L’opera si trova nel refettorio fra i due chiostri.
Cenacolo dei Santi Girolamo e Francesco – In Costa San Giorgio, la via che da Ponte Vecchio sale a forte di Belvedere, nell’antico refettorio, dell’ex convento, c’è un grande affresco dell’Ultima Cena della bottega di Cosimo Rosselli, datato 1487.