Blog Archives

5 – 14 Ottobre 1582: i dieci giorni che non sono mai esistiti

Published in Blog

Nel 1582 Papa Gregorio XIII emanò la bolla Inter Gravissimas con la quale introdusse la modifica del calendario che prenderà il suo nome, Calendario Gregoriano. Fino ad allora era stato in vigore il Calendario Giuliano, introdotto da Giulio Cesare nel 46 a.C. La modifica si basava sui calcoli fatti dall’astronomo e matematico polacco Niccolò Copernico…

Storie d’amore fiorentine, desideri e finestre aperte

Published in Blog

Nel settecentesimo anniversario dalla morte di Dante Alighieri, non possiamo dimenticare la sua storia d’amore, la storia d’amore fiorentina più famosa. Dante e Beatrice si incontrarono la prima volta quando avevano appena 9 anni. L’incontro avvenne nella chiesa di Santa Margherita dei Cerchi (chiesa dove la famiglia di Beatrice Portinari aveva le sue sepolture) e…

Com’è bello villeggiar!

Published in Blog

Il termine “villeggiare” ha avuto origine a Venezia e a Firenze durante il rinascimento per definire il periodo di residenza che nobili e ricchi signori facevano presso le ville di campagna durante l’estate. Tutta la famiglia si trasferiva in villa per fuggire dalla calura e dai miasmi della città dove, nelle vie del centro e…

Le coltivazioni di Firenze a km zero

Published in Blog

Da Via del Cocomero all’Horto dei Semplici La prima strada a sinistra da piazza del Duomo (oggi via Ricasoli) si è chiamata fino al 1847 “Via del Cocomero”. Lo strano nome, che per i fiorentini indica quello che in tutta Italia viene chiamata “Anguria”, si deve alle grandi coltivazioni di cocomero e zucche che c’erano…

T come tuta (e come Thayaht)

Published in Blog

Nata a Firenze 101 anni fa Il cartamodello Modello di Tuta, vestito universale tutto di un pezzo, fu allegato al quotidiano La Nazioneal costo di cinquanta centesimi a fine giugno del 1920. Marketing creativo, pubblicità e vendita, non di un prodotto finito ma del suo progetto. Così La Nazione illustrò l’abito futurista: “Sopraveste di un solo…

La sfera d’oro sulla cupola

Published in Blog

Da 550 anni sovrasta la cupola del Duomo del Brunelleschi La lanterna, disegnata da Filippo Brunelleschi e realizzata dopo la sua morte fu completata con una sfera di due metri e mezzo di diametro in rame ricoperto d’oro, progettata da Andrea Verrocchio e realizzata nella sua bottega. Per riuscire a reperire il rame necessario, il…

Toscana, Patria del vino, inventa la prima D.O.C.

Published in Blog

Fu grazie ai Greci (che introdussero la vite in Italia nel VIII sec. a.C.), che gli Etruschi popolo laborioso e gaudente, apprezzarono la vitis vinifera, e il suo prodotto, il vino! Non solo, mentre i greci escludevano le donne dai banchetti e dal consumo del vino, invece gli Etruschi amavano brindare con le loro donne,…

Troppa grazia, Sant’Antonio!

Published in Blog

In Via dello Studio, 25 sorge una casa torre. Sopra l’ingresso una targa e un busto in terracotta ricordano che quella fu la casa natale di Antonio Pierozzi (1389- 1459), domenicano, priore di San Marco, teologo, letterato e arcivescovo di Firenze, fatto Santo nel 1523. Meglio conosciuto come Sant’Antonino per via della sua corporatura, è…

Antiche strade di Firenze: INFERNO, PURGATORIO e LIMBO, il PARADISO in periferia

Published in Blog

Il 2021 è l’anno del settecentenario della morte di Dante Alighieri, avvenuta a Ravenna, suo luogo d’esilio, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Nessun omaggio a Dante però, per l’origine dei nomi delle strade dedicate a Inferno, Paradiso e Purgatorio. Nonostante Firenze moderna ami il sommo poeta più di quanto lo amassero i suoi…

Febbraio 1883. C’era una volta un pezzo di legno…

Published in Blog

“C’era una volta…Un re! – Diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno…” Si può dire sia nato a Firenze il burattino più famoso al mondo. Il suo autore è Carlo Lorenzini, nato il 24 novembre 1826 nel quartiere di San Lorenzo, precisamente in via Taddea…